sabato 21 marzo 2015

Tutorial: uso dei distanziali - eliminiamo le rotture nelle cotture raku!!


In questo post voglio mostrarvi un attrezzo molto utilizzato nella cottura della ceramica: il distanziatore "treppiede" in acciaio. 
Questo oggetto disponibile in svariate forme e dimensioni serve per isolare un oggetto interamente smaltato dal piano del forno, senza questo separatore il piano dell'oggetto si fonderebbe sulla lastra del vostro forno danneggiandola irreparabilmente, oltre che distruggere l'oggetto!!
Un ottimo economico sistema per proteggere le lastre del forno ( che costano!!) sia tradizionale che raku, è quello di stendere un impasto di caolino e quarzo al 50% con acqua, fate una crema e spennellatela abbondantemente sulle piastre, questa soluzione funge da separatore ed è la stessa soluzione che si applica sui pezzi da cuocere con la tecnica raku naked!!


 Ecco alcuni esempi di treppiede che io utilizzo nel mio laboratorio, generalmente questo tipo di distanziale lo uso per la cottura nel forno tradizionale elettrico ma potete anche utilizzarlo nel forno raku, l'unica accortezza  è che a volte si attaccano all'oggetto, e poi una volta inserito nella cassa di riduzione si staccano rimanendo nella segatura......!!




 Nelle foto vediamo tre esempi di treppiede, a voi la scelta di trovare quello più idoneo, di norma costano da 1.50 euro ai 2,50 euro cadauno, sono in acciaio e pertanto non scoriano.

Spesso e volentieri durante le cotture raku i pezzi si rompono, difficilmente nella prima infornata, ma sempre nelle successive, io questo problema l'ho risolto al 100% applicando delle piastrelline (pezzi di piastre in refrattario) tra la piastra del forno raku e l'oggetto.



 Nella prima infornata il pezzo appoggia su una piastra fredda e quindi non ci sono problemi, mentre la seconda infornata la piastra non sarà sicuramente più di 400°C quindi se vi  appoggiate un pezzo esso subirà una dilatazione troppo brusca provocando delle fessure se non rompendosi..

Quindi vi consiglio di cambiare ad ogni infornata le piastrelle che fungono da separatore, appoggiatevi tranquillamente sopra i vostri pezzi e vedrete che le rotture diminuiranno notevolmente se non addirittura scompariranno.


Buone cotture raku.

Ivan







2 commenti:

  1. Grazie Ivan, in effetti è proprio quello che mi è capitato nell ultima infornata raku, avevo visto che partiva gia troppo alto e difatti molti pezzi si sono creati. ..grazie per la dritta!!; )

    RispondiElimina
  2. Es muy interesante conocer estos detalles que tú explicas, Ivan :)

    RispondiElimina