lunedì 8 maggio 2017

Test di cottura con la tecnica "saggar fired"


Come molti di voi, pure io sono affascinato da questa tecnica di cottura dagli effetti imprevedibili.
Vi mostro alcuni scatti fotografici realizzati dalla ceramista e fotografa Natascia Rubol, durante un test di cottura saggar firing.
Questo test  è stato realizzato in collaborazione con "ceramiche nero fumo".
















Come avrete potuto notare, i pezzi precedentemente biscottati e coperti da terra decantata arancio ricavata da argilla da pirofila, sono stati avvolti da alcuni fogli di alluminio, dopo averli cosparsi di ossido di ferro, rame carbonato, crine di cavallo e cotone.
Appena il display della termocoppia del forno, ha indicato la temperatura di 680°C (per la verità troppo alta....meglio fermarsi a 640°C max) ho estratto i pezzi e li ho appoggiati sopra delle piastre di refrattario, per un lento raffreddamento.
Poi abbiamo scartato i pezzi, il risultato lo vedete dagli scatti!!
Ho in programma ulteriori test cottura sia saggar che obvara, spero di mostrarvi dei soddisfacenti risultati!!

Ciao a tutti e buon lavoro.

Ivan


Nessun commento:

Posta un commento