sabato 7 febbraio 2015

Tutorial raku nudo - naked

Questa tecnica di decorazione con il fumo è piuttosto semplice sia nella preparazione che nella cottura, il risultato è sorprendente e di effetto. Come tutti gli oggetti realizzati con la tecnica raku, anche i pezzi naked sono solo per uso decorativo, quindi non possono essere utilizzati per contenere cibo o bevande!!

Per prima cosa serve un oggetto realizzato con l'argilla che solitamente usate per il raku (semirefrattario,  refrattario, gres o argilla da pirofila - fiamma) quando è ben asciutto levigatelo per bene con l'agata oppure utilizzando uno stecco in legno (io utilizzo un cucchiaio d'argento ...provatelo) infine la superficie dovrà risultare perfettamente levigata.


Quando il pezzo è pronto per essere cotto eseguiamo la prima cottura, la temperatura ed il ciclo di cottura dipende dal tipo di argilla che utilizzerete per realizzare il pezzo.

Il ciclo di prima cottura (biscotto) che io utilizzo per i mie pezzi raku è  il seguente:



1°STEP SALITA IN 2 ORE A 200°c
2° STEP STAZIONAMENTO A 200°c PER 20 MIN.
3° STEP SALITA DA 200°c IN 3 ORE A 600°c
4°STEP STAZIONAMENTO A 600°c PER 20 MIN.
5° STEP SALITA  in 1 ora A 1050°C
6° STEP STAZIONAMENTO A 1050°c PER 10 MIN

Tutti gli oggetti raku che vengono realizzati nel laboratorio percorso argilla, sono foggiati con un impasto speciale per raku molto fine (granulometria 0/0,5 gr) prodotto dalla ditta Ceramica Vicentina     IMPRRS05D 20 kg 19,03 iva compresa

Effettuata la prima cottura il pezzo è pronto per essere sottoposto alla cottura naked, quindi prepariamo il forno raku e lo accendiamo per riscaldarlo.

Ricetta: ora prepariamo la ricetta per la decorazione naked

1. mettiamo una parte di caolino ed una parte del medesimo peso di quarzo, mescoliamo a secco il tutto e poi lentamente aggiungiamo dell'acqua mentre mescoliamo il tutto fino ad ottenere una crema liquida.

2. Ora stendiamo il preparato, senza particolare cura con un pennello sopra il pezzo, fate almeno due passate e non preoccupatevi se si vedono dei grumi o altro, ponete il pezzo ad asciugarsi sopra il forno raku oppure utilizzate un asciugacapelli, quando vedete che il preparato è ben asciutto passate con un pennello della cristallina o dello smalto di scarto (quei rimasugli che non utilizzate) e mettete il pezzo all'interno del forno raku.

Portate il forno alla temperatura di 920°C ed estraete il pezzo con le apposite pinze come per qualsiasi oggetto raku, la temperatura di cottura, in questo caso 920°C, è indicativa e dipende dalla cristallina o dallo smalto di scarto che utilizzate.



...inserite il pezzo naked nel vostro contenitore per la riduzione....


aspettate che il materiale inserito nel contenitore si accenda e poi coprite il contenitore per la carbonizzazione, io utilizzo la crusca al posto della segatura, puzza molto meno anche se la carta è il miglior prodotto per ottenere dei neri ntensi.

A questo punto attendete 5- 10 minuti, preparatevi con un annaffiatoio in mano ed estraete il pezzo dal contenitore per la carbonizzazione

...appena il pezzo è furori dal contenitore versate lentamente dell'acqua sulla superficie del pezzo....





...a questo punto potrete vedere con i vostri occhi una  "magia" :il  pezzo naked si scrosta come un uovo e sotto la grigia copertura di quarzo e caolino che cade per terra raffreddata dall'acqua, appaiono le decorazioni che il fumo a prodotto sul pezzo penetrando nelle fessure della copertura esterna dello smalto.




Potete utilizzare anche impasti refrattari colorati, le immagini raffigurano una sfera realizzata da una mia corsista con l'impasto:

IMPRO-0,2 Semirefrattario rosso, 20 Kg
€ 18,15 (iva compresa) www.ceramicavicentina.com