giovedì 14 febbraio 2013

Tutorial: come preparare l'argilla naturale

·         Per prima cosa procuratevi un secchio abbastanza grande da poter contenere sia la terra che un volume d’acqua pari al doppio della terra


·         gettate la terra nel contenitore facendo attenzione a togliendo i sassi più grossi, foglie e legnetti

·         versate l’acqua dentro il contenitore e  mescoliate il tutto  per circa 10 minuti


·         Lasciate decantare la terra mescolata con l’acqua per una notte, poi mescolate fino ad ottenere una fanghiglia cremosa. Dopo di che passate il tutto filtrandolo con un primo settaccio (va benissimo un cola pasta)


·         In questa prima fase di setacciatura avete tolto il grosso delle impurità, ora consiglio di passarlo con un altro settaccio che trattenga i granelli di sabbia superiori ad 1 mm, a questo punto se l’impasto cremoso non viene ulteriormente filtrato con un settaccio molto fine, otterrete un impasto ricco di sabbia con grana attorno ad 1 mm, quindi una argilla refrattaria adatto per il raku. Nel caso volete ottenere un impasto da modellazione oppure per la tornitura, dovete ulteriormente filtrare l’argilla con un filtro molto fine, nel mio laboratorio utilizzo quello per la filtratura dello smalto.

·         In questa fase potete ottenere la colorazione della vostra argilla naturale che state preparando, ricordate che con questo procedimento si possono ottenere anche ingobbi e la terra sigillata.

·         Nel caso volete ottenere un impasto molto fine, prendete il filtro a trama sottile ed appoggiatelo sopra un bidone, versate tutta la barbottina attraverso in settaccio.
Probabilmente il filtro si sporcherà velocemente impedendo alla barbottina di passare attraverso il filtro, per risolvere questo problema, basta lavare il filtro con dell’acqua e ripetere più volte l’operazione, non lavate il filtro e gli utensili nel lavandino di casa, perché la sabbia scaricata con l’acqua si depositerà sul fondo delle vostre tubature!!



·         Ripetete l’operazione fintanto che la barbottina sia perfettamente filtrata, aiutatevi con un mestolo di legno a smuovete l’argilla che si deposita sul fondo, dopo questa operazione mettete la barbottina in contenitori di argilla non smaltata, (sottovasi o vasi in cemento) e lasciate che l’acqua evapori.


·         Con il passare dei giorni, l’acqua affiorerà in superficie lasciando la barbottina sul fondo, utilizzate una siringa per togliere l’acqua in superficie, senza aspirare la barbottina.
·         Quando l’acqua sarà completamente evaporata troverete l’argilla pronta all’uso, basterà solo impastarla come una qualunque argilla industriale…buon lavoro!!

3 commenti:

  1. Salve Ivan,
    sono Marco, volevo chiederti c'è un modo per far evaporare l'acqua più velocemente?
    Dopo quanto possono essere cotti sul fuoco gli oggetti di argilla?
    Grazie

    RispondiElimina